L'ULTIMA PIOGGIA

L'ULTIMA PIOGGIA
Capitolo VII del libro:
"THE LIFE OF CHARLES PARHAM"
 
Questo capitolo è tratto dal libro "The life of Charles Parham", fondatore della Scuola Biblica Bethel a Topeka, nella quale, nel Gennaio del 1901ebbe inizio l'effusione dello Spirito Santo e l'inizio del Movimento Pentecostale.
 
Ne è autrice la sorella Sarah Thistlethwaite, moglie del fratello Parham, che, insieme alla propria sorella Lilian visse quelle gloriose esperienze.
 
 
THE LIFE OF CHARLES F. PARHAM 
 
by his wife, Sarah Thistlethwaite 
 
Copia (in inglese) del libro si trova al seguente indirizzo web
 
 
 
Questo brano costituisce il capitolo 7 del libro e ci vengono descritti quei momenti gloriosi attraverso la testimonianza dello stesso fratello Parham.
 
 
Il capitolo 8 che segue, rivisita gli stessi momenti dalla prospettiva che offrono due studentesse (le sorelle Lilian Thistlethwaite e Agnes Nevada Ozman che fu la prima a ricevere il battesimo dello Spirito Santo), e che, quindi, parteciparono in prima persona a quegli avvenimenti particolari nella storia dell'eternità
 
 
La storia della nascita degli originali movimenti apostolico o pentecostale
 
di Charles. F. Parham
 
 

Charles Fox Parham

Charles Parham è stato giustamente chiamato "il padre del movimento pentecostale"
Fu nella sua Scuola Biblica Bethel a Topeka, Kansas, che ebbe inizio il movimento pentecostale e dove il parlare in lingue fu associato con il Battesimo nello Spirito Santo.
 
Parham continuò ad essere il principale apostolo e maestro del movimento in crescita. Viaggiò molto, insegnando e predicando il nuovo messaggio pentecostale.
 
Più tardi nella vita, Parham fu accusato di un grave peccato e cadde in disgrazia. Negò le accuse alla sua morte.

Gli storici della chiesa moderna sono in gran parte d'accordo che fu ingiustamente accusato per scopi politici

Aprimmo la Scuola Biblica a Topeka, Kansas nell'ottobre del 1900. 
Ad essa invitammo tutti i ministri ed i cristiani che erano disposti ad abbandonare tutto, vendere ciò che avevano, darlo via, ed entrare nella scuola per lo studio e la preghiera; tutti insieme avremmo confidato in Dio per il cibo, il combustibile, l’affitto e l’abbigliamento.
 
Lo scopo di questa scuola era quello di preparare uomini e donne ad andare fino agli estremi confini della terra a predicare: «questo Vangelo del Regno» (Matt. 24) come testimoni per tutto il mondo prima della fine di questa età.
 
Non volevamo solo inculcare queste cose in testa, ma desideravamo che ogni verità Scritturale fosse impressa nei cuori e, inoltre, che si obbedisse letteralmente ad ogni comando che Gesù Cristo ha dato.
 
Nessuno pagava una retta o una tassa, i poveri erano nutriti, i malati erano intrattenuti e guariti, e di giorno in giorno, di settimana in settimana e di mese in mese, senza alcuna retta, o missione, o fonte di reddito nota dietro di noi, Dio ha provveduto ad ogni nostra esigenza, e Egli era sufficiente per tutti noi in ogni cosa.
 
 
Nel dicembre del 1900 avemmo un esame sul tema del pentimento, della conversione, della consacrazione, della santificazione, della guarigione e della seconda venuta del Signore.
 
 Eravamo giunti nei nostri studi ad un problema: Che dire del secondo capitolo degli Atti degli Apostoli
 
 
Avevo sentito per anni che ogni missionario che andava in una terra straniera doveva predicare nella lingua dei nativi. Ma, se Dio avesse mai dotato i suoi ministri di questa virtù, avrebbe potuto farlo anche oggi.
 
 
Ora, se il mulo di Balaam poteva fermarsi in mezzo alla strada e dare al primo predicatore che era andato per soldi un "aspro rimprovero" in arabo, allora chiunque oggi dovrebbe essere in grado di predicare in tutte le lingue del mondo, purché abbia il buon senso di permettere a Dio di usare la propria lingua e la propria gola. 
 
Ma pensavo anche che la nostra esperienza dovesse avere un esatto riscontro nella Bibbia, e che né la santificazione, né l'unzione permanente insegnata da Stephen Merritt e altri coincidono con il secondo capitolo degli Atti
 
Avendo sentito così tanti diversi organismi religiosi sostenere prove differenti come evidenza di aver ricevuto il battesimo pentecostale, chiesi agli studenti in attività di studiare con diligenza ciò che era l'evidenza biblica del battesimo dello Spirito Santo, sicché potessimo andare davanti al mondo con qualcosa che fosse indiscutibile, perché corrispondeva assolutamente alla Parola.
 
 
 
Lasciai poi la scuola per tre giorni con questo compito e andai a Kansas City per tre giorni di servizi. Tornai a scuola la mattina precedente i servizi della notte di veglia del 1900.
 
Verso le 10 del mattino suonai il campanello chiamando tutti gli studenti nella Cappella per ottenere il loro rapporto sulla questione in esame.
 
Con mio grande stupore avevano tutti la stessa spiegazione e, cioè, che mentre si verificarono cose diverse quando venne la benedizione pentecostale, la prova inconfutabile in ogni occasione fu che parlavano in altre lingue
 
 
Circa 75 persone che vivevano accanto alla scuola, che consisteva di 40 studenti, si erano riuniti per il servizio della notte di veglia. Un immenso potere spirituale riempiva tutta la scuola.
 
La sorella Agnes N. Ozman, (ora LaBerge) chiese che le fossero imposte le mani per ricevere lo Spirito Santo poiché ella sperava di andare in missione in terra straniera. 
In un primo momento rifiutai, non avendo io stesso esperienza. Poi, essendo ulteriormente pressato di farlo umilmente nel nome di Gesù, posi la mano sul suo capo e pregai. 
 
Avevo appena ripetuto tre dozzine di frasi quando la gloria cadde su di lei, un alone sembra circondarle la testa e il viso, e lei cominciò a parlare in lingua cinese, e non fu in grado di parlare inglese per tre giorni. 
 
Quando cercò di scrivere in inglese per descriverci la sua esperienza, scrisse in cinese; abbiamo ancora sui giornali stampati in quel momento copie di quei fogli.
 
 
Vedendo questa meravigliosa manifestazione della restaurazione del potere pentecostale, togliemmo i letti da un dormitorio del piano superiore, e per due notti e tre giorni continuammo come scuola ad attendere Dio. Sentivamo che Dio non fa preferenze di persone e che ciò che Egli aveva con tanta grazia effuso su uno, lo avrebbe fatto con tutti.
 
Quei tre giorni di attesa furono giorni meravigliosi di benedizioni.
 
Tutti noi abbandonammo ogni accattonaggio o supplica; sapevamo che la benedizione era nostra con ogni abbondante marea di lode e di ringraziamento e di adorazione, e aspettammo la venuta dello Spirito Santo intervallando dei canti.
 
Nella notte del 3 gennaio predicai alla Free Methodist Church nella città di Topeka dicendo loro ciò che era già accaduto, e che mi aspettavo che al mio ritorno tutta la scuola fosse battezzata nello Spirito Santo.
 
 
  • Al ritorno a scuola con uno degli studenti salimmo al secondo piano e, passando lungo il corridoio nel cenacolo, sentimmo i suoni più meravigliosi. La porta era socchiusa, la stanza era illuminata solo con lampade a olio di carbone. Quando aprii la porta vidi la stanza era piena di riflessi di luce bianca sopra la luminosità delle lampade.
  • Dodici ministri di diverse confessioni che erano nella scuola, furono riempiti di Spirito Santo e parlavano in altre lingue. Alcuni erano seduti, alcuni ancora in ginocchio, altri in piedi con le mani alzate. Non c'era alcuna manifestazione fisica violenta, anche se alcuni tremavano sotto il potere della gloria che li aveva riempiti.
 
La sorella Stanley, una signora anziana, attraversò la stanza quando entrai, dicendomi che, appena prima che entrassi, lingue di fuoco erano poggiate sopra le loro teste.
 
- Quando vidi l’evidenza della restaurazione della potenza pentecostale, il mio cuore si sciolse in segno di gratitudine a Dio per ciò che i miei occhi avevano visto. Per anni avevo sofferto terribili persecuzioni per aver predicato la santità, la guarigione e l’imminente ritorno del Signore. 
 
- Caddi in ginocchio dietro un tavolo, inosservato da coloro sui quali era scesa la potenza della Pentecoste, per effondere il mio cuore a Dio in rendimento di grazie. 
 
- A un tratto cominciarono a cantare "Gesù, amante dell’anima mia" in almeno sei lingue diverse, ma accompagnando le diverse parti con la voce più angelica di quanto avessi mai ascoltato in vita mia.
 
- Dopo aver lodato Dio per qualche tempo, chiesi la stessa benedizione. Egli distintamente mi rese evidente che mi aveva cresciuto ed addestrato per dichiarare questa verità potente al mondo e, se ero disposto a stare fermo in essa, nonostante le persecuzioni, le difficoltà, le prove, la calunnia, lo scandalo che ne deriverebbero, Egli mi avrebbe dato la benedizione. 
 
- E io dissi: "Signore lo accetto se Tu mi dai questa benedizione". 
 
Proprio in quel momento ci fu una leggera torsione in gola, la gloria scese su di me ed io cominciai ad adorare Dio in lingua svedese, che poi cambiò in altre lingue e continuai così fino al mattino.
 
 
Solo una parola.
 
Dopo aver predicato questa verità per tutti questi anni, con tutte le persecuzioni, mi è stato concesso di andare fino in fondo, nonostante l'incomprensione e il trattamento dei falsi fratelli; eppure, sapendo tutto questo che questa benedizione mi avrebbe causato, se avessi il tempo e potessi tornare lì ancora una volta, io sceglierei la stessa strada.
 
Non appena questa miracolosa restaurazione del potere pentecostale si divulgò verso l'esterno, fummo assediati dai giornalisti dei giornali di Topeka, Kansas City. 
 
 
  • St. Louis e molte altre città inviarono giornalisti che portarono con loro professori di lingue, stranieri, interpreti di governo, e misero in atto il test più critico. 
  • Un interprete del governo affermò di aver sentito distintamente venti dialetti cinesi parlati in una notte. 
  • Tutti concordavano sul fatto che gli studenti del collegio parlavano nelle lingue del mondo e che lo facevano con accento ed intonazione corretta. Non c'era chiacchiericcio, farfugliamento o balbuzie. Ciascuno parlava chiaramente e distintamente in una lingua straniera, con serietà, intensità e unzione data di Dio. 
 
La correttezza e il pudore della condotta di ogni membro della Scuola Biblica ottenne il più caldo commento da molti visitatori.
 
 
La nostra prima apparizione pubblica dopo che altri avevano ricevuto il battesimo dello Spirito Santo fu a Kansas City, nell’Accademia di Musica , all’incirca il 21 gennaio. 
 
I giornali di Kansas City annunciarono con enfasi il nostro arrivo.
 
 
Due colonne apparvero nel Kansas City Journal, con grandi titoli in prima pagina.
Questi titoli, essendo i più grandi in prima pagina, attirarono l'attenzione degli strilloni e, non distinguendo una Pentecoste da un olocausto, si misero a correre all'impazzata su e giù per la strada gridando i titolo dei loro fogli: la Pentecoste, la Pentecoste, la Pentecoste, leggere tutto sulla Pentecoste.
 
Registrai il sermone predicato in questa occasione. Il primo dal momento del battesimo dello Spirito Santo in tutti i moderni movimenti pentecostali Apostolici del Pieno Vangelo. È anche negli archivi di tutti i giornali che in quei giorni scrissero su queste cose. 
 
Attraverso grandi prove e persecuzioni portammo avanti la Scuola biblica nella stessa città di Topeka, poi una a Kansas City .
 
«Affinché la vostra fede, che viene messa alla prova, che è ben più preziosa dell’oro che perisce, e tuttavia è provato con il fuoco, sia motivo di lode, di gloria e di onore al momento della manifestazione di Gesù Cristo» (1a Pietro 1:7).
 
 
 
"Protetto da ogni male,
al riparo da ogni timore di malattia
per mezzo della protezione della potenza di Jehovah,
anche la voce "dell'accusatore" c’è ancora.
Ma il tuo cuore deve avvertire la fornace;
Egli il tuo Creatore lo sa benissimo.
Ma nell’amore la barriera deve sparire
affinché l'oro tuo possa superare la prova.
"Quant’anche mi uccidesse, avrei fiducia in Lui"
Poiché il re diede la Sua promessa,
il Cristo che ha pregato per Pietro
potrà salvarti attraverso la tentazione.
Quella preghiera registrata nel cielo 
attraverso la potenza del Suo Nome,
rende vincitore il cuore fiducioso, 
stabilisce l'anima con amore ardente.
Non più dubbio, ma fiducia nella Sua promessa.
Egli non abbandonerà chi Gli appartiene;
al mortale è noto solo ciò che vede, 
la fede procede solo da Dio.
Egli, l'Alfa e l'Omega,
l'inizio e la fine - Colui che prende nota del passero che cade,
è per te il tuo più vero amico!
Nel centro della sua volontà,
c'è riposo, Gioia e Pace.
La sollecitudine, il dubbio e la paura servile
cessano alla Sua presenza.
Appena si sente il Suo dolce sussurro – Io voglio guidare i tuoi passi rettamente,
Egli placa le voci di confusione,
riempie il percorso con luce radiosa.
Egli vede la sorgente segreta all’interno,
che tu non hai mai conosciuto;
con pazienza e con tenerezza
Egli ti insegna da solo.
Non appare ancora ciò che sarà,
ciò che Egli vuole che tu sia,
ma benedetto il pensiero di essere come Lui,
quando potrai vedere la Sua faccia ".