NOTIZIE DALLA CHIESA PERSEGUITATA
4 Dicembre 2013

INDIA: bambino di sette anni assassinato per la sua fede cristiana


Il corpo di un bambino di sette anni in India, ha rivelato i segni di orribili torture prima che fosse brutalmente assassinato a causa della sua fede cristiana.

Anmol, figlio di un credente, è scomparso dopo aver frequentato la Scuola Domenicale in una chiesa di credenti il 17 novembre nel nord dell'India. Il suo corpo fu trovato il giorno seguente. Minacce precedenti e la persecuzione della sua famiglia indicano che era stato preso di mira a causa della fede della sua famiglia.

I genitori di Anmol lo hanno visto per l’ultima volta quando ha lasciato la loro casa per recarsi alla Scuola Domenicale. Quando non lo hanno visto tornare, hanno presentato una denuncia per la sua scomparsa alle autorità locali. Lunedì sera il suo corpo è stato ritrovato ed identificato in ospedale dai suoi genitori. In seguito almeno 200 persone hanno partecipato al funerale.

La famiglia di Anmol era stata bersaglio di persecuzione fin dal 2003, quando suo padre, Harish, era diventato cristiano.

Contemporaneamente almeno 45 persone hanno cominciato a seguire Gesù, con conseguente persecuzione in corso nella comunità.

Fonte: Assist Service News

Punti di preghiera

•Pregate per i genitori di Anmol che piangono per la perdita del loro figlio e per l'orrore di ciò che ha sofferto.

•Pregate che lo Spirito Santo conforti i cuori della famiglia e li riempia con la sua pace perfetta.

•Pregate che i cristiani indiani non diventino timorosi, ma che siano fortificati nella loro posizione per Cristo attraverso la speranza della salvezza e della resurrezione.

---------------------------------------

6 Nov 2013

ERITREA: Una donna cristiana muore in carcere.


Una donna cristiana eritrea è diventata l'ultima prigioniera di coscienza nota che sia morta in Eritrea. Le è stato negato l'accesso a cure mediche perché si rifiutava di denunciare le sue convinzioni cristiane.

Wehazit Berhane Debesai, che era sulla trentina, è morta di polmonite durante la settimana del 14 ottobre, dopo un anno di detenzione in condizioni difficili, dove le è stato negato l'accesso alle cure mediche perché si rifiutava di denunciare le sue convinzioni cristiane.

Debesai aveva preso parte al servizio nazionale, quando è stata arrestata l'anno scorso per il suo coinvolgimento in attività cristiane al di fuori degli gruppi parrocchiali ortodossi, cattolici ed evangelici approvati dal governo.

Debesai, che era fidanzata, è stata poi tenuta in isolamento in Adi Quala, vicino al confine etiope. La sua morte ha coinciso con l'arresto di circa 70 cristiani in una riunione di preghiera ad Asmara, la capitale.

Fonte: World Watch Monitor

Punti di preghiera
•Lode a Dio per la fedeltà di Debesai. Chiediamo al Signore di usare la sua testimonianza per attirare altre anime a Lui.
•Pregate che il Signore conforti la famiglia di Debesai e il fidanzato nel loro dolore.
•Pregate per i 70 cristiani arrestati di recente affinché restino saldi nella loro fede.

---------------------------------------

27 Novembre 2013

ERITREA: 185 cristiani arrestati in una riunione di preghiera

Le forze di sicurezza eritree recentemente hanno fatto irruzione in un incontro di preghiera e hanno arrestato 185 cristiani a Maitemenay, periferia a nord di Asmara.

Fonti VOM dicono che i credenti, a quanto pare, si fossero riuniti per pregare per il peggioramento dell'esodo degli Eritrei dal paese.

Il raduno, si dice, sia stato organizzato da una chiesa sotterranea conosciuta localmente come "Hiyaw Amlak" (Dio Vivente).
La chiesa è parte di una rete di chiese sotterranee che sono nate in tutto il paese fin dal 2002, quando il governo eritreo chiuse tutte le chiese non appartenenti a gruppi religiosi riconosciuti ufficialmente.

I credenti saranno trattenuti presso una stazione di polizia vicino a una zona conosciuta come Edaga Hamus nel quartiere adiacente.
Alcune delle donne e dei bambini sono stati rilasciati dopo aver firmato un accordo in cui hanno dichiarato che avrebbero smesso di incontrarsi con gli altri credenti.

Gli arresti hanno allarmato i leader della chiesa metropolitana, che temono che più raid possano continuare anche in futuro.

Si ritiene che circa 3.000 cristiani attualmente siano detenuti in Eritrea a causa della loro fede. Molti hanno lasciato il paese a seguito di arresti o di detenzione.

Fonte: La Voce dei Martiri USA.

Punti di preghiera
• Lode a Dio per le donne e i bambini che sono stati rilasciati.
• Pregate che Dio conceda agli altri credenti che siano favoriti dalle autorità e che siano rilasciati indenni.
• Prega che essi e le loro famiglie siano riempiti della pace di Dio.
• Pregate che i credenti in Eritrea rimangano saldi nella loro fede nonostante l'opposizione che si trovano ad affrontare.

---------------------------------------

COREA DEL NORD: Proprietari di Bibbia tra i morti in esecuzioni di massa pubbliche

Nelle prime esecuzioni su vasta scala delle quali si è venuto a sapere sotto l’ancora nuovo regime di Kim Jong-un, ben 80 "criminali" sono stati pubblicamente uccisi dalle autorità in tutto il paese.
Tra i giustiziati vi erano individui colpevoli del "possesso di una Bibbia", ha detto il giornale sudcoreano, che ha riferito sulle esecuzioni.

Secondo il giornale, le esecuzioni hanno avuto luogo in otto città diverse. In Wonsan, otto persone sarebbero state legate a pali in uno stadio sportivo e crivellate di proiettili di una mitragliatrice mentre circa 10.000 persone, inclusi dei bambini, sono state costrette a guardare.

Parenti o complici delle vittime delle esecuzioni implicati nei loro presunti crimini sono stati inviati ai campi di prigionia.

Fonti: International Christian Concern, Fox News


Punti di preghiera

• Pregate per Kim Jong-un e per tutti coloro che hanno autorità in Corea del Nord. Chiedete al Signore di mandare il Suo Spirito Santo alla nazione più chiusa al mondo per portare un vero cambiamento attraverso la luce del Suo Vangelo.

• Pregate per coloro che hanno perso i propri cari e per i molti che sono nei famigerati campi di lavoro della Corea del Nord


---------------------------------------

Laos: Credenti incolpati della morte dei loro paesani.

Un gruppo di nuovi cristiani in un villaggio del Laos sono stati accusati per la morte di tre uomini non imparentati tra loro.
Quando i decessi si sono verificati, poco dopo la loro conversione, la Comunità ha concluso che avevano fatto arrabbiare i loro antenati.

Nel marzo 2013, due evangelisti hanno condiviso il Vangelo in tre villaggi remoti in Laos. Come risultato, 178 persone hanno ricevuto Cristo e 18 sono stati battezzati.

Poco dopo, tre uomini di uno dei villaggi sono morti per cause non correlate.
Ad uno era stato dato il farmaco sbagliato, uno è morto nel sonno e il terzo è stato accidentalmente fulminato durante il tentativo di eseguire una linea in cavo.

La comunità, scossa da questi eventi, ha consultato uno stregone, che ha concluso che la strana nuova religione introdotta nella comunità aveva fatto arrabbiare i loro antenati.

“Quei cristiani devono rinunciare alla loro fede o devono lasciare il villaggio!” - ha avvertito – “In caso contrario, altre persone moriranno”.

Il leader della comunità si è arrabbiato con i nuovi cristiani e ha indetto una riunione per l'intero villaggio; ufficiali dell'esercito e della polizia erano presenti.
Nel corso della riunione, le autorità hanno ordinato ai credenti di rinunciare alla loro fede. Essi hanno inoltre costretto i cristiani a pagare le spese di viaggio per gli ufficiali dell'esercito e della polizia e di pagare le spese funerarie per i tre che erano morti.

Fonte: vom Fonti

Punti di preghiera

•Diamo gloria a Dio per il lavoro degli Evangelisti in Laos e per il gruppo dei nuovi credenti.

•Preghiamo che i credenti si mantengano saldi nella loro fede nonostante questa opposizione.

•Preghiamo che la Parola di Dio convinca e trasformi quelli che ancora adorano i loro antenati.

---------------------------------------

 

CHIESA PERSEGUITATA

Anche in Italia il popolo pentecostale ha dovuto attraversare un lungo periodo di persecuzioni, ma oggi, grazie a Dio, godiamo di una notevole libertà di culto e di evangelizzazione della quale dobbiamo ringraziare ogni giorno il Signore.

Dobbiamo, altresì, secondo il dettame biblico, elevare preghiere a Dio per le Autorità «affinché possiamo condurre una vita tranquilla e quieta in tutta pietà e dignità» (1° Tim. 2:1-3).

 

Ma in molte parti del mondo, purtroppo, non è così e i nostri fratelli e sorelle in Cristo sono sottoposti ad angherie, violenze, soprusi, torture a causa della loro fede in Dio e in Cristo come unico Salvatore e Signore.

 

Possiamo fare molto per loro con aiuti materiali tramite le Organizzazioni cristiane impegnate a tale scopo ma, ancora di più, possiamo aiutarli per mezzo dell'intercessione e della supplica costante a Dio. 

 

È quindi evidente la necessità e l'obbligo morale di informarci di quanto avviene fuori dai nostri confini nazionali per elevare a Dio preghiere mirate per casi specifici affinché la Sua mano onnipotente possa soccorrere credenti particolari che si trovano in difficoltà in quel determinato momento

 

LA CHIESA IN IRAN

CRESCITA DELLA CHIESA IN IRAN

Dopo il 1979 sono diventati cristiani, sia in Iran che nella diaspora, un numero di iraniani maggiore che in qualsiasi altro momento della storia dell'Iran dal tempo delle invasioni musulmane del 7 ° secolo.   Gran parte di questa crescita è stato sperimentato dalle Assemblee di Dio e dalle...

CHIUSA LA PIÙ GRANDE CHIESA PENTECOSTALE IN IRAN

IL PASTORE È STATO ARRESTATO

ICC Nota:  Fox News riferisce che la Chiesa principale delle Assemblee di Dio (AOG), la più grande chiesa pentecostale di lingua persiana dell'Iran, è stata chiusa la scorsa settimana nel corso di un servizio di culto.. Il suo pastore, Robert Asserian, è stato anche arrestato e trasferito...

RILASCIO DEL PASTORE ROBERT ASSERIAN

AGGIORNAMENTO DELLA NOTIZIA PRECEDENTE

ASSIST News Service (ANS) - PO Box 609, Lake Forest, CA 92609-0609 USA Visit our web site at: www.assistnews.net -- E-mail: assistnews@aol.com Giovedì, 4 luglio 2013 Il pastore della Chiesa Centrale delle Assemblee di Dio è stato rilasciato dalla pridione con la...

L'AMORE DI DIO

PER ME LA QUESTIONE È STATA RISOLTA

3 Settembre 2013     "If You Love Me"      VOM_MediaDev - 3 Settembre 2013     "Per me la questione è stata risolta. Il Signore mi ha chiamato a raggiungere il mio popolo e io devo farlo. Quindi, sebbene mi stiano uccidendo, io li amo ancora...

ATTIVITÀ EDUCATIVE

EDUCAZIONE ALL'AIUTO PRATICO

Sistemi creativi per insegnare ai bambini e ai giovani durante la persecuzione della chiesa e per educare i propri giovani alla cultura missionaria e di aiuto ai fratelli/sorelle nel bisogno   1.   Attività   Ospitare una riunione segreta con bambini o con giovani - ...

YEMEN-PERSECUZIONE

CROCIFISSIONE DI UN CRISTIANO

La crocifissione di un uomo in Yemen: "Come Gesù Cristo sul Giolgota"   13 Settembre 2013   Ecco cosa fanno i fratelli musulmani in Yemen ha chi la pensa in modo differente da loro. L’immagine arriva dallo Yemen, dove un uomo è rimasto appeso per giorni sulla pubblica via, con...

ERITREA

WORLD WATCH MONITOR

http://www.worldwatchmonitor.org/2013/05/2504446/   Pubblicato: 30 maggio 2013 da Steve Dew-Jones   Una casa eritrea in un remoto villaggio   Circa 1.200 cristiani ora incarcerati dopo una serie di arresti nel 2013.   La persecuzione religiosa in Eritrea è al "livello più alto...